28
Nov
07

contributo extra 3679 matia, bazar

nu-dahmane.jpg

on the rocks around the kiosk
io vidi svanire una serata
era la neve, sulla cattedrale gotica
di riso pilaf, con rucola e gamberi
e l’aglieloglio a mezzanotte,
quando la ronda va, a piacere.
era il momento dell’agguato
sereno, che tu ricorderai
con un sorriso in sogno.
on the border, viaggiando sul
catamarano rifrangente
di pippo il milanese
e le onde della luna, e le tue ciglia
io le sentivo sotto schiena,
come sassi, che il mare
ha consumato.
avevamo vent’anni, la vita
non era ancora venuta
urlando, come cani scannati
per scalmanati venti, estivi.
pixel, rimmel, ora ti vedo vellicare
le ossa di cadaveri ambulanti
hai fatto gran fortuna sulle coste
brave, nelle ligurie a-trofiezzate,
tra daino marina e chouka ligure.
sul viale ceccarini, poi, vai a ruba
come fossi una borsetta prada
per le signore-pene con le pelvi
cassamortate in mogano.
duecento euro, per un’ora d’amore.
non so cosa farei. così, la canzone
si fa strada nel mio sangue arenato
e il sighricordo di noi due ragazzi, duri e puri
lento mi uccide, come se fred premesse
il grilletto alla luger, alla rotonda,
sul mare, senti lo sparo che suona…
decido di pagare,
tu incassi senza batter ciglio finto.
ah! il tempo, questo malandrino
è proprio il pappa della squillo-vita.

Verbalizzato da Ruggero Solmi
Già pubblicato su Lpels
Immagine: Dahmane, Nudo

Advertisements

0 Responses to “contributo extra 3679 matia, bazar”



  1. Schreibe einen Kommentar

Kommentar verfassen

Trage deine Daten unten ein oder klicke ein Icon um dich einzuloggen:

WordPress.com-Logo

Du kommentierst mit Deinem WordPress.com-Konto. Abmelden / Ändern )

Twitter-Bild

Du kommentierst mit Deinem Twitter-Konto. Abmelden / Ändern )

Facebook-Foto

Du kommentierst mit Deinem Facebook-Konto. Abmelden / Ändern )

Google+ Foto

Du kommentierst mit Deinem Google+-Konto. Abmelden / Ändern )

Verbinde mit %s


%d Bloggern gefällt das: